Iscriviti ai feed RSS Feed

Giudiziario

VOGLIAMO DAVVERO BENE AI NOSTRI VIGILI DEL FUOCO?

A Firenze tutto è permesso!

DOPO CAMPI BISENZIO E VIA MARITI, FIRENZE MERITA IL RISCHIO DI NUOVE TRAGEDIE ANNUNCIATE?   Ieri sera, l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi. Loro, i Vigili del Fuoco, i primi ad accorrere e a soccorrere. Lo hanno fatto anche a Campi Bisenzio, a Prato, a Quarrata, e nelle tante altre località della Toscana colpite solo Leggi tutto…



Tra un pianto e un lamento, ennesima asta per (o contro?) il gioiello Banti

La Nazione, 10.3.'24, Nuova asta al Banti - Da Facebook

Il presidente di Idra propone al vicesindaco di Vaglia: andiamo assieme a Roma sotto Palazzo Chigi e il Quirinale! L’ex Sanatorio ‘Guido Banti’ al tempo della prima lettera-appello al ministro della Sanità Rosy Bindi, settembre 1996, 1 Sulla sua pagina Facebook, oggi, il vicesindaco del Comune di Vaglia, Riccardo Impallomeni, ha commentato così la notizia Leggi tutto…



Guerre, TAV, sicurezza, legalità: libera stampa tace

TAV a Firenze - Altro che crepe!, 1

A Vicenza “un’unità speciale delle Forze dell’Ordine per ‘sorvegliare’ i cantieri TAV” A Firenze ci pensano i liberi media a proteggere col silenzio una TAV fuori controllo! E del Salone dei Cinquecento per un laboratorio internazionale di pace nessuno scrive… TAV a Firenze – Altro che crepe!, 1 La testimonianza di Idra non cessa. Ancora Leggi tutto…



TAV A FIRENZE: ALTRO CHE CREPE!

Dopo il caso emblematico del cantiere Esselunga, sono crateri nella sicurezza e nella legalità quelli che si leggono nelle carte dei progetti Alta Velocità e nei controlli delle autorità pubbliche Se la ratio della legislazione in materia di sicurezza ferroviaria sta nel garantire la progettazione seria e corretta di un’opera colossale come la TAV perché Leggi tutto…



GUERRE E GRANDI OPERE A BRACCETTO: STATO ASSENTE? O ADDIRITTURA COMPLICE?

Liceo Galileo, Via Martelli

CANTIERI SENZA CONTROLLI, ARMI SENZA CONSENSO:  UNICA REGOLA, L’ASSENZA DI REGOLE! Idra torna a denunciare per strada la drammatica crisi della legalità che si consuma nella nostra città e nel nostro Paese. Due nuove iniziative di ‘dialogo itinerante’  lunedì 19 febbraio: dalle 11 alle 12 davanti al Liceo Galileo in via Martelli, e dalle 14 Leggi tutto…



Sotto la Regione Toscana Idra tiene vive il 27 gennaio anche altre memorie!

In evidenza le scelte ambientali, energetiche, urbanistiche, infrastrutturali e sanitarie imposte dalla Giunta alle comunità della Toscana Con un appuntamento intitolato GIORNO DELLE MEMORIE sono state proposte stamani all’attenzione dei passanti dinanzi a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Giunta regionale della Toscana, anche le vicende sanguinose che colpiscono oggi l’Europa orientale e  in Terra Santa Leggi tutto…



Se…

Entra anche te in Idra!

…. condividi le nostre azioni, fai un passo in più: vieni con noi! entra-anche-te-in-idra



Palestina: Palazzo Vecchio ospiti un laboratorio internazionale di pace

Col ‘cessate il fuoco’ parta la riconciliazione Lettera pubblica al Sindaco di Firenze I governi di Gaza e di Israele hanno fallito il proprio compito: seminano violenze inaudite e vendette incrociate,  nutrono l’odio fra i popoli. L’ONU e i governi delle nazioni non si mostrano capaci di promuovere la pacificazione. Dove i governi hanno fallito, Leggi tutto…



LA REGIONE TOSCANA INVOCA IL PARAVENTO GROTTESCO DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Esondazione del fiume Arno, 4 novembre 1966

Classe politica o… “Intelligenza Artificiale”? Cosa ha il coraggio di scrivere oggi il presidente della giunta regionale Eugenio Giani dopo le ultime esondazioni? “Quello che è avvenuto stanotte in Toscana ha un nome chiaro: CAMBIAMENTO CLIMATICO”. Il richiamo del presidente Giani all’ideologia green è grottesco. Gli atti del suo governo parlano chiaro: rilancio dell’energia fossile Leggi tutto…



DIALOGO ITINERANTE

I due Palazzi

informazione di strada Può un Prefetto trascurare l’inosservanza delle norme di sicurezza nell’esecuzione di ‘grandi opere’ destinate a una utilizzazione di massa? Può un Prefetto ignorare chi segnala con 10 Pec prima il dubbio, poi la certezza che quelle norme vengono disapplicate? Può un Ministro dell’Interno, informato sui fatti, non dare riscontro alla cittadinanza? Può Leggi tutto…