Italia Nostra

ONLUS , Sezione Firenze, Via G. Orsini 44, 50126 FIRENZE, Tel. e fax 055.68.15.010, e-mail italianostra@fol.it, web http://italianostra.fi.it

Associazione di volontariato Idra

Via V. Emanuele II 135, 50134 FIRENZE, Tel. e fax 055.233.76.65, Tel. 055.48.03.22, e-mail idrafir@tin.it, web http://www.idraonlus.it/vecchiosito/inizio.html

  

COMUNICATO STAMPA Firenze, 16.9.02

 

Il Segretario Generale della CGIL, Sergio Cofferati, sta per lasciare il suo incarico.

Italia Nostra e Idra gli porgono il proprio saluto, ma si dicono anche deluse dal suo silenzio sulla sospensione dei diritti dei lavoratori nei cantieri dell'Alta Velocità ferroviaria.

 

Italia Nostra e Idra salutano il Segretario uscente della CGIL, esprimendogli però la loro delusione per il suo silenzio dopo la "lettera aperta" inviatagli dalle due associazioni sui gravi temi dell'Alta Velocità lo scorso maggio, in occasione della sua presenza in Mugello.

Il Presidente della sezione fiorentina di Italia Nostra, Leonardo Rombai, e il vicepresidente di Idra, Pier Luigi Tossani, avevano dettagliatamente segnalato a Cofferati il grave pregiudizio recato dalle "condizioni di emarginazione sociale e civile, nonché di rischio e di particolare usura fisica, delle migliaia di lavoratori emigrati dai tanti "sud" d'Italia per realizzare questo intervento di stampo faraonico, completamente pagato con i soldi dei contribuenti e quindi anche dei lavoratori medesimi, e con apparente esclusivo vantaggio delle corporazioni che si arricchiscono intorno ai mega-lavori pubblici socialmente inutili". Alle due associazioni appare di gran lunga preferibile "creare occupazione sana dotando il nostro Paese delle infrastrutture realmente utili e anzi necessarie e urgenti, nonché potenziando e manutenendo in modo adeguato quelle esistenti, a partire dalla rete ferroviaria nel sud del Paese".

Il cambio della guardia al vertice della CGIL non può non essere anche un momento di bilanci, e le associazioni fiorentine hanno ritenuto opportuno ricordare a Cofferati e alla CGIL questa rilevante partita, rimasta sospesa. Oggi, Rombai e Tossani così scrivono a Cofferati: "Le confessiamo, gentile Segretario, di essere rimasti delusi dal Suo silenzio, dal mancato riscontro da parte Sua, come avevamo auspicato, agli argomenti della nostra missiva. In un panorama socio-politico nel quale, come abbiamo precisato, gli interessi che primariamente sembrano essere tutelati e godere di rappresentanza politica sono quelli dei "poteri forti", sarebbe stata per noi cosa molto gradita avere un confronto costruttivo con Lei e con il Sindacato sulle materie di cui sopra, di primario interesse per i lavoratori".

Italia Nostra e Idra seguiteranno comunque a nutrire fiducia in un segnale di presenza e di riscontro da parte di Cofferati e della CGIL.

back